Quando il tempo non basta mai…la giornata tipo di una mamma veg :)

Quando il tempo non basta mai…la giornata tipo di una mamma veg :)

Il tempo non basta mai…in questi giorni ho cercato di mettere mano al pc più e più volte, ma purtroppo gli altri impegni e il ruolo di mamma mi tengono impegnata tantissimo, ma che ve lo dico a fare, so che mi comprendete e sapete benissimo quello che intendo, ma vorrei raccontarvi la mia giornata tipo. 🙂
Per quelli che non lo sapessero, oltre alla nostra bimba di quasi cinque mesi, abbiamo la nostra meticca di quasi 5 anni.
Al mattino, la sveglia è dettata da Emma, se dorme tutta notte, magari ci svegliamo alle 6.30 e dopo la pappa, molte volte resto a letto, ancora per un paio d’ore, se, invece dormiamo fino alle 7.00- 7.30, poi inizia ufficialmente la giornata.
Dopo una colazione in tranquillità, inizio a rassettare casa, la sera prima diciamo che, rispetto ad un tempo, lasciamo un po’ disordine.
Poi se non c’è da stendere qualche lavatrice intrattengo un po’ Emma, prima della sua pennica mattutina.
Se non usciamo per commissioni, spesa o altro, verso le 12.00 o 12.30, dipende anche dalle pappe della piccola, usciamo per una passeggiata con la pelosetta, che ultimamente richiede una cura particolare, visto che sta cambiando la muta, ci appartiamo in un panchina e insieme ad Emma la spazzoliamo.
Ultimato il giretto, torniamo a casa e dopo aver guardato magari due cose al pc (non sempre, molte volte riesco a metterci mano non prima di pranzo, al mattino, molte volte, condivido le cose su facebook dal tablet) mi preparo il pranzo con Emma che mi assiste dal seggiolone.
Poi, una volta terminata la pappa di Emma con relativo ruttino, siamo pronte per il pisolino pomeridiano; intervallato da momenti di veglia e sonno profondo.
Molte volte, il mio fisico e la mia testa hanno bisogno di riposare, quindi ci stendiamo insieme.
Vi potrà sembrare strano, ma arrivo alle 14-14.30 già abbastanza cotta, o comunque con la necessità di riposare anche per poco.
Una volta terminato il riposino, sistemo ulteriormente le cose lasciate in giro, capita che nell’arco della giornata si formi di nuovo caos per casa e allora, sono poi pronta a sistemare e rassettare nuovamente.
Sono una persona che non ama avere disordine, ma aver avuto Emma, ha messo a dura prova questo mio lato…pensate che una volta sono uscita di casa, persino senza aver fatto il letto (cosa che non ho mai fatto da che io ricordi).
Cerco di mettere mano al pc per raccogliere le idee e scrivere qualcosa, penso e preparo la cena, poi, Emma si sveglia, allora se non usciamo in passeggiata anche con la sorellina pelosa, arriva l’ora del bagnetto, poi della pappa, poi del gioco, poi arriva il papà…e allora, se non sono ancora riuscita, è il momento della mia doccia… il mio tanto atteso momento di relax.
Emma fa la sua ultima pappa alle 21.15 circa e poi una volta pronta per andare a letto, verso le 22.00 la metto a nanna e dopo esserle stata vicina (non fisicamente, ma solo per rassicurarla), si addormenta da sola.
Io, potrei avere tempo per me, ma la maggior parte delle volte, dopo un po’ di svago, guardando e facendo zapping con il marito in tv, vado a letto, leggo due righe di libro e dormo.
Ora, ho trovato il tempo di scrivervi e sono le 23.24 di mercoledì 28… credetemi sono giorni che voglio scrivervi, perchè ho sempre tante cose da dirvi, di me, sugli animali, le novità, le ricette…ma tornando a quanto vi dicevo all’inzio, il tempo non basta mai.
Questa settimana poi, ho da ultimare gli ultimi dettagli del corso di cucina di domenica, i dolci sono sempre impegnativi, (ultime prove perché vuoi che tutto sia perfetto) abbiamo avuto tantissime adesioni e ci sono tante cose da fare a livello organizzativo, per fortuna ho una socia che mi aiuta tantissimo e fa tante cose.
Tornare a lavorare, se pur per pochi giorni al mese è gratificante, ma pur sempre impegnativo; senza contare Io Veg ;)!
Detto questo, posso dirvi che il lavoro da mamma resta il più bello che ci sia e mi fa sempre pensare al suo futuro da bimba empatica e amante degli animali.
La mia vita è Io Veg, nel senso, che vi racconto anche un po’ di me.
Ora è meglio che io vada a letto.
Domani condividerò con voi questo scritto.

P.s. Non vedo l’ora di potervi iniziare a raccontare delle pappe veg, ora Emma andrà avanti solo con il mio latte fino al 10 luglio! 🙂

, ,

Rispondi