Crescere una piccola veganina, insegnare ad Amare gli animali

Crescere una piccola veganina, insegnare ad Amare gli animali

Questi primi quattro mesi sono letteralmente volati, la vita da mamma si è impossessata di me e mi rendo conto che parlo sempre anche con voi di Emma!
Chi è genitore sa benissimo che i figli diventano il centro della propria vita, tutto ruota attorno a loro e le nostra priorità diventano secondarie.
Non c’è niente di più bello, perchè una nuova vita da gioia, amore e immensi sorrisi…non vi nego, però che le fatiche siano tante, soprattutto quando si vive lontano dai propri genitori; per fortuna ho un marito molto presente e dei suoceri (che al bisogno ci aiutano).
Le esigenze e i bisogni di un bimbo piccolo sono tantissime, più di quelle che uno si aspetta; e so che sarà sempre un crescendo…di pari passo con la sua crescita.
Voi direte cosa c’entra tutto questo con Io Veg?
Beh, Io Veg, sono io, Samantha, una mamma di quasi 30 anni, che ha piacere di raccontarsi con i suoi fedelissimi lettori.
Da Marzo ho ripreso anche i corsi di cucina, che tra pochi giorni festeggiano il loro primo anno di vita…vanno molto bene, le persone che si avvicinano alla cultura vegana per interesse, per piacere sono sempre tante.
Una nuova piccola vita empatica sta crescendo e vuole scoprire il mondo…posso dirvi che Emma cresce bene e continua a nutrirsi esclusivamente del mio latte.
Ha inziato ad interagire con i suoi giochini, tutti (o quasi) a forma di animaletti e io gli dico spesso: “impara ad amarli, guardarli bene, perchè li vedrai solo così”…e già, perchè penso spesso a come crescerà la nostra prima bimba, nel segno del rispetto di tutti gli altri animali.
Emma non andrà mai dove gli animali vengono sfruttati.
Emma non si nutrirà mai di cadaveri (o fino a che non deciderà lei)
Emma non è stata vaccinata
Emma non indossera mai sofferenza (pelle, lana, piume ecc)
Emma imparerà a guardare gli animali ed amarli con l’innocenza di ogni bambini, senza mai, prendersene gioco; le verrà insegnato il vero significato di rispetto.
Così come non va strappato un fiore dal luogo in cui nasce, non va disturbato un animale che vive in natura, un coniglio, una farfalla, una lucertola; imparerà a relazionarsi con loro con un forte senso empatico…perchè? Perchè noi glielo insegneremo e non permetteremo che possa succedere diversamente.
Affronteremo un gradino alla volta, senza mai, perderci d’animo, perchè della nostra scelta ne abbiamo fatto una filosifia di vita e i nostri figli ci seguiranno in questo.

Buona vita a tutti, sempre!

, ,

Rispondi