Frutta e verdura allungano la vita

Frutta e verdura allungano la vita

Abbondare con gli ingredienti protettivi, sembra essere il fattore determinante per innalzare le aspettative di vita e diminuire l’incidenza di malattie degenerative.
In cima alla lista, come risaputo, ci sono verdura e frutta, compresa la frutta a guscio che vegetariani e vegani consumano maggiormente rispetto al resto della popolazione. La loro azione benefica non riguarda solo le numorose vitamine e gli altri principi attivi protettivi presenti in grande quantità ma anche le fibre, dotate di un’azione regolatrice su tutto l’apparato digerente.
Meno carne, meno tumori: per quanto riguarda i tumori, diverse indagini mettono in risalto che fra vegetariani (anche vegani) e non vegetariani, il rischio, come del resto la mortalità in generale, è quasi alla pari se entrambi i gruppi conducono una vita salutare. Si è però osservato su più fronti che il consumo elevato di cibi ricchi di grassi saturi, come carne e latticini, innalza l’incidenza di tumori alla prostata, al seno, ai polmoni e all’intestino, incidenza che aumenta anche a seguito dell’abuso di zuccheri semplici. Sotto inchiesta sono in particolare, salumi e carne rossa.
C’è poi da aggiungere che l’abuso di carne sembra contribuire all’instaurarsi di diabete, ipertensione e patologie cardiovascolari.
Diciamo che i veg(etari)ani siamo più attenti alla scelta dei cibi, svolgiamo regolarmente attività fisica e prediligiamo uno stile di vita sano.

Samantha

 

 

, , ,

Rispondi