Vegani: dove prendete le proteine?

Vegani: dove prendete le proteine?

Con che cosa sopperiamo le proteine d’origine animale?
Intervista alla Dottoressa, medico, chirurgo, specialista in Scienza dell’alimentazione, Michela De Petris.

Le proteine si trovano dappertutto: nella frutta, nella verdura, nei cereali, nei legumi, nella frutta secca, nelle alghe… gli unici cibi che non contengono proteine sono l’acqua (che non è un cibo) e l’olio; tutti gli altri cibi contengono proteine.
Per avere un apporto proteico bilanciato basta semplicemente abbinare all’interno dello stesso pasto o all’interno della stessa giornata: un cereale con i legumi, come ad esempio cous cous con i piselli, pasta e fagioli, farro con le lenticchie; oppure a pranzo delle penne con zucchine trifolate e a cena dei legumi, dei fagioli, dei ceci, un hummus, tofu di soia o tofu di canapa… insomma nello stesso pasto o scaglionati nella giornata; ricordandoci comunque che anche la verdura è un ottima fonte di proteine di buona qualità, come anche la frutta secca: noci, mandorle, pinoli, anacardi, nocciole, semi di lino, di girasole, di zucca, di sesamo; piuttosto che non le creme oleaginose come tahin o mandorle, nocciole e anacardi.
Preoccuparsi, pensando che non si assumano abbastanza proteine è il minore dei problemi; perché se mai è importante non rischiare di introdurne troppe (1 grammi di proteine al chilo di peso corporeo ideale, attualmente si raggiungono anche i due grammi di proteine che poi diventa troppo).
E’ stato dimostrato, anche nel China Study che più si sta bassi come percentuale proteica, è meglio è…bisognerebbe aggirarsi sul 6-7% di fabbisogno calorico quotidiano proteico quotidiano (questa misurazione ovviamente può essere fatta da una persona esperta).
Con un’alimentazione varia, bilanciata e vegana; il fabbisogno proteico si raggiunge in maniera assolutamente facile; basti pensare che consumando 500-800 grammi di verdura al giorno (soprattutto se si tratta di verdure pesanti: cavolfiori, broccoli, verze, zucchine, carciofi) si copre la metà del fabbisogno proteico giornaliero.
L’alimento più proteico tra i legumi sono la soia, le fave e i lupini.
Tra i cereali: il kamut, il farro, la quinoa; tra le verdure: le verze, il cavolfiore, i carciofi.
Per quanto riguarda i semi: quelli di zucca, frutta secca: i pinoli.

La Dottoressa riceve su appuntamento presso il centro Artemedica e lo Zohar.

Samantha

, ,

2 commenti

  1. Paolo

    Ciao grazie delle preziose informazioni. Ho 41 anni, dai 18 sono vegetariano e da poche settimane ho iniziato l’esperienza vegan.

    Trovandomi nella necessità di perdere peso, mi è stato detto dal dietologo di un prestigioso ospedale di Bologna che per farmi una dieta su misura non riuscirei a mangiare in una giornata tutte le proteine di cui ho bisogno (peso 120kg).
    Visto le voci che si alternano in rete, mi piacerebbe avere un suo punto di vista e magari quello dei suoi esperti.

    Possibile che per perdere peso sia necessaria una dieta iperproteica? O ancora meglio, possibile che non si possa perdere peso con una dieta vegan?
    Grazie

Rispondi