Ad ognuno il proprio latte, non potrei mai dare il mio ad altre specie

Ad ognuno il proprio latte, non potrei mai dare il mio ad altre specie

Durante la gravidanza ci si informa su tante cose, è un periodo bellissimo di grandi mutamenti non solo a livello fisico.
Si iniziano a fare tante riflessioni, soprattutto su quello che sarà il futuro del nascituro in questa società fortemente specista.
Fra le tante cose che mi passano per la testa, ce n’è una a cui in realtà pensavo ancora prima che fossi incinta; ma ultimamente ci penso ancora di più.
Il mio latte, sarà solo del mio cucciolo.
Le complicanze potranno esserci, con la speranza che vada tutto bene, l’allattamento al seno è una delle cose più naturali che una mamma possa fare.
Il latte materno è l’alimento ideale per lo sviluppo e la salute futura del bambino. Il latte artificiale non fornisce le stesse sostanze nutritive e i fattori protettivi del latte materno, e non è altrettanto adatto ai processi digestivi del neonato.
I bambini allattati al seno hanno meno disturbi digestivi e meno problemi respiratori, perchè il latte materno accresce la flora batterica intestinale, una delle principali difese contro i microrganismi infettivi.
Il latte dei mammiferi è unico e specifico per le esigenze di sviluppo dei relativi cuccioli. Il latte umano, simile a quello degli altri primati, contiene poche proteine, perchè il nostro ritmo di crescita rispetto è più lento rispetto ad altri mammiferi, mentre ha un tasso più elevato di lattosio (lo zucchero del latte), per fornire energia al cervello che infatti si sviluppa più rapidamente. Il latte vaccino è molto diverso da quello umano ed è specifico per le esigenze di crescita caratteristiche del vitello.
Il latte materno è, in sostanza, impossibile da riprodurre.
vitellino che beve il latte
Tutto ciò che serve nel latte materno
Grassi: il latte materno contiene il 4% circa di grassi e fornisce quasi la metà delle calorie totali. E’ una fonte importante di energia, necessaria per la crescita del bambino. Il grasso contenuto nel latte materno è quasi completamente insaturo e quindi piuttosto diverso da quello del latte vaccino. I produttori di latte artificiale aggiungono degli oli vegetali insaturi al latte vaccino, nel tentativo di renderlo più simile a quello materno.
Proteine: le proteine del latte materno hanno numerose funzioni. Alcune sono enzimi, necessari ad avviare certe reazioni chimiche in tutto il corpo, altre trasportano minerali. La proprietà più importante delle proteine e quella di poter essere divise in aminoacidi, elementi fondamentali dei tessuti corporei.
Lattosio: il latte di tutti i mammiferi contiene zucchero sotto forma di lattosio. Il latte umano ne contiene circa il doppio di quello vaccino.
Vitamine: con una dieta adeguata e bilanciata, il bambino riceverà con il latte tutte le vitamine di cui ha bisogno, nella giusta proporzione.
Minerali: il contenuto di elementi minerali del latte umano dipende dalla quantità dell’alimentazione materna; in genere le quantità sembrano essere quelle giuste per il bambino.
Il latte materno contiene anche rame e zinco, in misura inferiore al latte vaccino, ma anche questi sono assorbiti meglio con il latte materno.

Se non ci sono situazioni particolari e quindi si è di conseguenza impossibilitate ad allattare il proprio bambino (esiste comunque una versione vegana di latte artificiale), il latte materno risulta essere assolutamente quello migliore.
Non potrei pensare (ed accettare) che il mio latte, una volta nato il mio bimbo, venga dato ad altre specie…non è la mia empatia che parla, ma la mia coscienza, eppure mi rendo conto che è una consapevolezza di pochi.

Per approfondimenti su questo argomento consultate anche: perchè beviamo il latte di altre speciecosa si nasconde dietro la produzione di latte, il latte vegetale che non nuoce a nessuno.

Samantha

, , ,

Rispondi