Zucchina Verde, qui (noi veg) possiamo mangiare

Zucchina Verde, qui (noi veg) possiamo mangiare

Attraverso il web si trova tutto, o quasi, grazie a facebook  ho iniziato a conoscere e seguire Zucchina Verde.
Pochi giorni fa ho avuto modo di chiaccherare con uno dei creatori, Alessio che mi ha raccontato come è nato e perchè il sito di Zucchina Verde.

 Zucchina Verde nasce nell’ottobre 2011 dopo l’incapacità di trovare un posto che riuscisse a fornire un menu vegano per il compleanno di una delle creatrici, Diletta.
Ci rendemmo conto che tutte le proposte sul web nel loro insieme erano frammentate o inadeguate.
Nacque quindi il sito Zucchina Verde in maniera molto spontanea dal bisogno di noi vegani di trovare luoghi dove mangiare in tranquillità fuori casa.
Nel nostro progetto, oltre a me e Diletta, si sono aggiunte: Paola, Stefania e Tiziana (che vivono in diverse parti d’Italia).
Io e Diletta viviamo a Palermo, dove praticamente lo strutto è ovunque e alcuni ristoranti non sanno nemmeno cosa significhi vegetariano; così facendo abbiamo voluto informare e poter dare un’alternativa: ora c’è un panificio che fa arancini vegani oltre ad aver tolto lo strutto.
Uno dei nostri obiettivi attraverso il sito era proprio quello di mostrare ai gestori dei ristoranti quante persone hanno aderito e far si che loro stessi modificassero un po’ il loro menu; per offrire anche qualcosa di veg.
Lo scopo è proprio quello di semplificare, dare soluzioni e suggerimenti.
Il nome Zucchina Verde è motivato dal fatto che fosse una sorta di “Gambero Rosso Vegano”.

z di zucchina504 locali in tutta Italia
Dall’ottobre 2011 siamo riusciti a mettere insieme 504 locali (4 ancora da verificare), 163 che ci sono stati segnalati che abbiamo rifiutato: come ad esempio l’agriturismo che ti forniva un menu vegetariano ma che aveva l’allevamento di maiali, oppure l’agriturismo con vicino il laghetto in cui pescare.
Siamo noi stessi che ci impegniamo anche nelle verifiche, per avere conferma della presenza effettiva dei piatti veg e garantire una certa qualità.
Nonostante questo ci sono ancora 14 province che non hanno ancora nemmeno un locale, come ad esempio Viterbo e Vercelli.
Di questi 500, 48 sono veg only e il resto veg friendly.
Oltre al nostro lavoro, il merito è anche delle persone che ci aiutano suggerendo locali e che correggono gli errori segnalando le chiusure e/o cambi; rispetto agli altri progetti, noi ci rendiamo conto dei nostri limiti e chiediamo aiuto altri altri per un progetto di interesse collettivo.
Ci sono varie cose che stiamo pianificando, abbiamo pensato anche di aggiungere anche altre categorie, come l’abbigliamento.

2013, nasce l’Associazione culturale Zucchina Verde
Con l’associazione vogliamo sviluppare dei progetti da fare sul territorio.
Tiziana vorrebbe aprire un circolo a Vigevano, Stefania vorrebbe occuparsi dei gruppi d’acquisto a Firenze, a Palermo io e Diletta, vorremmo organizzare piccoli convegni sull’alimentazione, corsi di cucina, piccoli workshop, vorremmo poter andare nelle scuole, nelle fiere bio, cercare di diffondere e sollevare le problematiche ed offrire soluzioni; abbiamo pensato ad un po’ di cose, dobbiamo pianificarle per bene.

Zucchina Verde ci offre tante facili possibili soluzioni se vogliamo mangiare fuori e avere la certezza di trovare almeno un piatto veg; non ci resta che andare sul loro sito e con un click trovare la nostra soluzione!
Grazie ad Alessio, ma anche a Diletta, Tiziana, Paola e Stefania che si impegnano quotidianamente in questo progetto e grazie a tutti quelli che partecipano con segnalazioni e suggerimenti!

Foto fatta a Tiziana, una del gruppo di Zucchina Verde, di: Eugenio Marongiu

Samantha

, ,

Rispondi