Ogni animale soffre: comprendere per migliorarsi

Ogni animale soffre: comprendere per migliorarsi

Quando si viene al mondo si deve ancora imparare tutto.
Sono i tuoi genitori ad insegnarti le giuste regole per stare al mondo ed imparare a convivere con gli altri.
Mattone dopo mattone si riesce ad acquisire ciò che è indispensabile per vivere.
I primi passi di una nuova vita sono determinanti per quello che sarà il futuro.
La percezione con la quale si guarda il mondo sarà la medesima che mi porterà a compiere certe scelte piuttosto che altre.
Se avessimo un unico binario da percorrere? Quanto sarebbero diverse le nostre vite? Quando dico “nostre” mi riferisco a tutti gli animali che vivono sul pianeta terra, animali umani e non.
Siamo convinti che mangiare la carne sia necessario, giusto, ma questo chi lo dice?
Partiamo da questa realtà: la carne non è indispensabile in nessuna fase della vita (ci sono medici, studi che attestano la veridicità di questa affermazione).
Allora il problema dove sta?
Il problema è radicato in quello che ci circonda, respiriamo aria intrinsa di menzogne, crudeltà, ipocrisia ed egoismo.
Ognuno pensa a se stesso, questo non solo sul fronte animalista, ma in generale, nella propria vita.
Eppure se cambiassimo la lente attraverso la quale vediamo il mondo capiremmo che certe cose non sono indispensabili e giuste come vogliono farci credere.
Nel corso degli anni mi sono sentita dire davvero tantissime cose, ma mai nessuno ha affermato: hai ragione, è vero, anche gli animali soffrono e noi non abbiamo alcun diritto di privarli della propria vita.
Alcuni mi hanno ascoltata con attenzione, hanno riconosciuto che io potessi dire una mezza verità, ma le persone, incosciamente sanno benissimo che quello che noi affermiamo corrisponde a verità…eppure ci si nasconde in quello che reputano essenziale e quotidiano.
Tutto questo accade perchè siamo circondati da bugie, da falsità e ogni cosa (o quasi) rema contro l’etica animalista.
Eppure, siamo nel 2013, sono stati fatti tanti progressi e ci siamo evoluti sulla schiavitù, sul razzismo, sul sessismo, sull’omosessualità (in alcune parti del mondo non siamo ancora così evoluti), eppure su certe cose siamo rimasti veramente molto indietro.
Dovremmo essere in grado di riconoscere che la crudeltà, l’omicidio, la morte non sono pratiche giuste per nessun animale, umano e non.
Se non diamo valore alla sofferenza quando mai potremmo capire il significato profondo della vita?
Fermiamoci e riflettiamo: gli animali sono esseri senzienti in grado di provare dolore, proprio come noi. Non è una frase fatta, è la verità.
Questa verità è scomoda per lo più a tutti, ad una grande maggioranza.
Fintanto che ogni singola persona non comprenderà il giusto valore della vita saremo circondati da persone superficiali ed egoiste… intanto milioni di vittime troveranno la morte nei modi più crudeli possibili.
Il mio compito vuole essere quello di aiutare a riflettere e se possibile far cambiare la rotta a più persone possibili.
Un caro saluto a tutti!

Samantha

, ,

1 commento

  1. marco

    Grande!La penso esattamente come te.Spero che prima o poi la coscenza delle persone si risvegli da questo torpore…prima o poi accadra’,ne sono certo.

Rispondi