Nel carrello cosa metto?

Nel carrello cosa metto?

Prima compravo di tutto, ora non più.
La mia spesa è stata ulteriormente rivoluzionata da quando sono vegana (da vegetariana ero ancora un po’ meno attenta).
Sono stata abituata sempre a guardare i prodotti in offerta e le convenienze, infatti non disdegno ancora oggi di fare scorte etiche quando le cose sono in offerta.
Ma parliamo degli acquisti… compro principalmente in questi posti: nei negozi biologici che si trovano in Lombardia (NaturaSì, EuroverdeBio), Coop e Esselunga (dove trovo ottimi prodotti bio, yogurt alpro e cotolette-polpette vegetali nel reparto freezer).
Si fa attenzione a tutte le eticchette perchè ognuno ha i suoi principi e come ci isegna la nostra alimentazione molte volte gli ingredienti animali si trovano dappertutto.
Alcuni prodotti si trovano solo nei negozi biologici e quindi per forza di cose si comprano lì, ma altrimenti (prediligendo sempre il biologico) facciamo acquisti sensati anche nelle grandi distribuzioni: alla coop ad esempio compro tutti i prodotti per la pulizia personale e da qualche mese hanno creato anche una linea di cosmetici (creme, struccanti, salviette).
Ognuno di noi è in grado di fare le proprie scelte e prediligere una cosa piuttosto che un’altra, ma per noi vegani si trovano sempre più spesso prodotti anche nei grandi supermercati.
Mi è capitato (anche se vado davvero molto poco) di trovare al Carrefour nel reparto fresco la linea di Con.Bio. con seitan, tofu, insalata russa pronta e questo considero che sia un passo avanti notevole verso la nostra direzione.
Noi compriamo in base alle esigenze (come tutti) e cerchiamo di non fare sprechi, si compra poco ma le cose sono di qualità sempre selezionandole anche laddove non fossero del negozio naturale.
La frutta e la verdura preferisco comprarle dal venditore di fiducia che riceve i prodotti direttamente dal contadino o da aziende della zona.
Nel corso degli anni ho imparato a scremare, eliminare tantissimi prodotti dalla dispensa, dal frigo e dal freezer; ma credo che sia una cosa che capita a tutti quelli che comprano responsabilmente.
La nostra spesa è comunque una continua scoperta, perchè a volte passo interi minuti ad osservare la varietà di prodotti che si trovano negli scaffali dei negozi biologici e penso: quanto non sanno nemmeno che cosa sia l’agar agar, la crema golosa o la maionese di riso?
Se posso e ho tempo, tendo a prepararmi tutto in casa, ma per queste ultime due cose sopra citate, so che posso rifornirmi avendo golosità e garanzia del prodotto.
S’impara tanto assaggiando, grazie ai consigli e continuando a leggere le etichette!

Buona veg-spesa a tutti!

Samantha

, , , ,

5 commenti

  1. SImona

    E’ un problema che mi sono posta anch’io rientrando in Italia. Ho visto che rispetto ad alcuni anni fa al supermercato si trovano ormai facilmente il tofu (di due o tre tipi… negli States esistono interi banchi frigo con diversi tipi di tofu), il seitan, bistecche vegetali di miglio o soia o derivati…
    Un po’ più difficile trovare le alghe, che a Londra mi ero abituata a mangiare quotidianamente, e alcuni tipi di cereali (l’avena, ad esempio) e semi (il sesamo nero pare che qui sia introvabile).
    Un’altra cosa che ho difficoltà a trovare è la vitamina B12: nelle erboristerie che ho trovato in zona non esiste se non in integratori compositi come il Cantassium, ma per il resto mi dicono di andare a prenderla in farmacia (ma quella da farmacia di solito è sintetizzata chimicamente).
    Quindi, vi giro la domanda: dove si trova la Vitamina B12 in Italia? 🙂

    Ciao! E complimenti per il blog! 🙂

    Simona


    1. Author
      Samantha

      Ciao Simona!
      Come prima cosa grazie per i complimenti! 😉
      Fuori dall’Italia sono avanti anni luce e la vita vegana-vegetariana è sicuramente meno difficile rispetto a qui!
      Per fortuna, come hai scritto tu, nei supermercati si trovano più facilmente tofu – seitan e yogurt vegetale ma il mio consiglio è sempre quello di prediligere, almeno per quanto riguarda tofu e seitan, quelli dei negozio biologici, di gran lunga più buoni di quelli dei supermercati! Naturalmente poi, dipende sempre dai gusti!
      Le alghe le trovi esclusivamente nei negozi bio (NaturaSì o similari).
      La vitamina B12 veg-friend io la trovo proprio in farmacia ed è della LongLife! 😉
      Cari saluti e complimenti per la tua scelta alimentare!!!!

      1. SImona

        Grazie per le info! 🙂
        Allora andrò a cercarla in farmacia… Non avevo idea avessero anche prodotti naturali. Buono a sapersi… 🙂

        Dovrò andare a cercare un NaturaSì in zona, invece. Mi hanno detto in molti che si trova quasi tutto!
        Ora sto cercando casa, ma appena mi stabilizzerò andrò anche a visitare una catena di negozi che si chiama “Il punto macrobiotico”. Sono un’affezionata della macrobiotica… spaghetti di soba, castagne d’acqua, germogli, bamboo, miso, tempeh, radici di fiori di loto, daikon… tutte cose che non mangio da mesi e che mi mancano parecchio!

        Quando mangiavo macrobiotico riuscivo a seguire una dieta vegan in tutto e per tutto, adesso invece ho dovuto reintrodurre qui e là uova e formaggi, perché per l’appunto non sempre riesco a trovare le cose che mi servono… ma credo che piano piano ci arriverò ancora, appena sarò un po’ più tranquilla.

        Di certo c’è che da quando ho eliminato carne e pesce dalla dieta, mangio in modo molto più vario rispetto a prima, e non mi sono mai sentita meglio… quindi direi che è la strada giusta! 🙂

        A presto! (Ti leggo…) 🙂

        Simona


        1. Author
          Samantha

          Figurati! E’ sempre un piacere poter essere utile! 😉
          Non ho mai intrapreso la strada macrobiotica, ma ti assicuro che abituandosi e comprando nei negozi giusti (anche siti online) si riesce tranquillamente a vivere anche da vegani qui in Italia!
          Io lo sono da oltre un anno e mezzo e sono assolutamente felice di tale scelta, soprattutto se fatta per motivi etici.
          Mi fa piacere che sia la strada giusta e vedrai che riuscirai a trovare il giusto equilibrio anche qui!
          A presto! 🙂

  2. Simonetta

    Da quando mi sono sposata e vivo per conto mio e le finanze non sono di certo alle stelle mi sono messa di buona lena a fare la lista di ciò che manca in casa. Per i detersivi sono riuscita a trovare un negozio in cui i detersivi si “spillano” e costano poco, la qualità è ottima. Poi sto pure imparando a consumarne poco, ho imparato ad usare il limone e altre sostanze naturali per la pulizia della casa… Sono orgogliosa di me!
    Per quanto riguarda la cucina sto acquistando esclusivamente prodotti a Km 0, vivo in Calabria e non mi è difficile trovare ciò che mi serve e che viene prodotto nel sud Italia. Il risparmio si vede alla fine del mese.
    Poi, per una donna che si rispetti, ho buttato via tutti i cosmetici che hanno ingredienti dannosi per la mia salute e ho iniziato a provare i prodotti cosmetici di Neve, risparmio pure da quel punto di vista… Ecco… questi erano i buoni propositi per il nuovo anno! Un abbraccio, Simonetta

Rispondi