Gandhi e la giornata mondiale per gli animali d’allevamento

Gandhi e la giornata mondiale per gli animali d’allevamento

2 OttobreGiornata mondiale per gli animali d’allevamento: in corrispondenza del giorno della nascita di Gandhi, vegetariano e grande sostenitore di un ideale nonviolento verso tutte le creature viventi, animali compresi, viene celebrato, ogni anno il Farm Animal Day, con l’obiettivo di far conoscere le atrocità istituzionalizzate che si compiono sistematicamente negli allevamenti.

Questa in corso è la settimana vegetariana mondiale che ha lo scopo di informare le persone sulla scelta di escludere ogni ingrediente di origine animale dalla nostra alimentazione e da tutto il resto della nostra vita.
Una settimana per comprendere, provare e scegliere di conseguenza ciò che è veramente giusto.
Centoquarantatre anni fa nasceva una persona che ha lasciato il segno per tante cose, anche per quello che riguarda l’animalismo e il vegetarismo.
Persone come Gandhi hanno saputo interpretare e comprendere che uomini e animali sono entrambi sensibili alla gioia e al dolore.
Il progresso morale dell’uomo consiste perciò nell’amare e nel tutelare le altre creature.
Nel corso della sua vita ha cercato un’alimentazione minima sufficiente per soddisfare i fabbisogni corporei in maniera da esercitare la minore violenza possibile sulla natura.
Gandhi espresse anche una severa condanna alla vivisezione paragonandola alla magia nera: “Il mio amore per la cura naturale e i sistemi indigeni non mi rende cieco ai progressi compiuti dalla medicina occidentale, malgrado l’abbia stigmatizzata come magia nera. Ho usato quella dura espressione ― e non la ritiro ― perché essa ha contemplato la vivisezione e tutto l’orrore connesso, perché non si ferma davanti a nessuna pratica, per quanto maligna possa essere, pur di prolungare la vita del corpo e perché ignora l’anima immortale che risiede nel corpo.”

Questo filosofo ha sicuramente lasciato un’impronta molto importante, un messaggio di pacificazione, di nonviolenza e di uguaglianza.
Lui riuscì a comprendere ciò che ancora oggi molti faticano a capire.
Proprio per questo mi viene da citare una sua affermazione: “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale possono essere valutati dal modo in cui vengono trattati i suoi animali”.

Aiutiamo gli altri a comprendere…

Un caro saluto a tutti!

Ringrazio Gandhi per ciò che ha insegnato e continua ad insegnare ancora oggi.

Samantha

, , ,

Rispondi