Cucina vegana: cosa mangi? Provare per credere

Cucina vegana: cosa mangi? Provare per credere

Prima di conoscere qualcosa di nuovo ci si deve abituare, solitamente ci si avvicina alle novità sempre con un po’ di pregiudizi.
In questo caso mi rivolgo in particolar modo alle novità culinarie.
Io stessa prima che diventassi vegana ero un po’ turbata su come avrei fatto le torte senza uova.
Conoscevo ed utilizzavo già il latte, la panna, lo yogurt e i gelati vegetali.
Eppure non bisogna mai fermarsi al primo scalino, bisogna proseguire, approfondire e raggiungere la soddisfazione di averci provato ed esserci riusciti.
Non bisogna partire prevenuti, prima si assaggia e si provano le cose.
Nella vita di tutti di giorni si affrontano sempre delle sfide, ci si relazione con chi non comprende, non approva e sa solo criticare.
Ma noi dalla nostra esperienza e conoscenza riusciamo ad informare e far si che tutti possano riflettere su come un vegano non solo mangi tanto, ma anche molto bene.
Noi lo sappiamo, è la nostra vita, la nostra quotidianità, ma prima di diventarlo anche noi non conoscevamo molte cose e ignoravamo l’esistenza di molti prodotti.
Per me è stato così, ho imparato strada facendo e credo che sarà una continua scoperta.
La domanda più diffusa quando mi presento come vegana è: “Ma scusa, che cosa mangi?”
Questo perchè gli onnivori sono abituati a mangiare sempre le stesse cose e neanche immaginano la varietà di scelta che c’è tra tutti gli altri prodotti in commercio.
Quindi quando parliamo con un neofita o una persona inesperta spieghiamogli la varietà di prodotti che entrano nelle nostre case, dicendogli che non solo si risparmia la morte di molti animali ma che ci si nutre egregiamente bene.
Il passo successivo è quello di provare.
Ultimamente sto cucinando diversi piatti e mi piace proprio condividerli con persone che conoscono poco questa cucina, proprio per dimostrargli che è possibile fare una torta senza uova ma dal risultato assicurato.
Partendo dal fatto che la nostra è una scelta etica e la si compie per gli animali, questo non vuol dire dover accontentarsi del classico luogo comune che associa un vegano ad un’insalata; sappiamo bene che non è così e la nostra cucina italiana ha due piatti per eccellenza che sono uno completamente vegano e l’altro facilmente convertibile: la pasta al sugo e la pizza.
Quindi non arrendiamoci, la comprensione e la conversione possono avvenire in step differenti, possono non avvenire affatto, ma comunque noi sappiamo bene che non siamo degli alieni che arrivano dal pianeta empatico, ma semplicemente siamo persone che amano gli animali e ne hanno sposato la filosofia di ciò che rappresenta: AMO GLI ANIMALI, NON LI MANGIO.

Noi viviamo e lasciamo vivere.

Un caro saluto a tutti!

Samantha

, ,

Rispondi