Dolcificanti naturali

Dolcificanti naturali

I dolcificanti naturali sono davvero favolosi in quanto hanno un ottimo sapore e fanno bene all’organismo.
Nella nostra dieta sono fornitori di calcio e ferro senza alzare gli zuccheri nel sangue. Possiamo acquistarli nei negozi che vendono prodotti naturali e biologici, nelle erboristerie e in alcuni casi anche al supermercato.
Scopriamo insieme le loro caratteristiche e versatilità.

Fruttosio
E’ lo zucchero naturalmente presente nelle frutta e nella verdura.
Rispetto ai malti è molto più conosciuto ed è comunque preferibile rispetto allo zucchero ed è adatto anche a chi non ama gli sciroppi ma preferisce un dolcificante in polvere.
Ha un potere dolcificante quasi doppio rispetto al saccarosio e apporta all’organismo 4 calorie per grammo. Non bisogna comunque abusarne.

Malto d’orzo
E’ un liquido denso e marrone, dal sapore un po’ meno dolce di quello dello zucchero ma dall’apporto decisamente superiore di sali minerali e vitamine. Può avere un retrogusto amarognolo non gradito a tutti. Ideale per dolcificare i gelati e le bevande, si ottiene a partire dall’orzo, che viene prima pulito e messo a bagno in acqua e poi messo a macerare in lunghe file, inumidito e coperto.
Avviene poi la germinazione che trasforma gli amidi in zuccheri semplici. L’orzo germinato e seccato viene infine diluito e impastato con acqua di sorgente, cotto ancora e poi filtrato in modo da ricavare il liquido che si trova in commercio.
Tra i malti è il più utilizzato per la buona resa e il prezzo economico.

Malto di riso
E’ un dolcificante tipico dell’oriente. Si ottiene con la stessa lavorazione del malto d’orzo con l’aggiunta di riso cotto al vapore. Lo sciroppo che ne deriva ha un gusto vagamente caramellato, colore ambrato e maggior dolcezza rispetto al malto d’orzo. Ricco di calcio e ferro, a volte è usato anche come integratore per i bambini con qualche difficoltà di crescita.
E’ ottimo sul pane integrale, gallette di riso, per dolcificare tè ma anche per prepare creme e torte.

Malto di mais
Si ottiene dalla maltizzazione del mais ma sempre a partire dall’orzo germinato con il risultato di uno sciroppo più chiaro rispetto anche a quello di riso. Con questo malto allungato con succhi di frutta si preparano ottimi sciroppi.

Sciroppo d’acero
Lo scrippo d’acero viene prodotto in Canada dalla linfa della pianta che viene concentrata per ebollizione. E’ ricco di sostanze benefiche (acido malico, potassio, calcio, ferro, vitamine) ma facilmente contaminato da addivi. Bisogna quindi leggere sempre bene l’etichetta prima di acquistarlo. Ha un potere dolcificante più forte dello zucchero. E’ ideale da spalmare sulle fette biscottate o sul pane per la prima colazione.

Succo d’agave
E’ simile allo sciroppo d’acero, però è più adatto alla preparazione di torte, biscotti e marmellate perchè dolcifica, dona morbidezza e non lascia alcun retrogusto, se non un sapore leggermente acido nelle marmellate.
Ha un prezzo non proprio economico, ma si conserva a lungo ed è adatto ai diabetici. Contiene una grande quantità di fruttosio (90%) e una grande dose di calcio, sali minerali e oliogoelementi.

In questo modo le bevande e i dolci potranno essere dolcificati con prodotti naturali che fanno bene e non fanno rinunciare al gusto.

Fonte: la mia cucina vegetariana

Samantha

,

3 commenti

  1. Giovanna

    È vero, e secondo me i dolcificanti naturali sono sempre da preferire a quelli artificiali. Per completezza questo elenco dovrebbe essere integrato con i dolcificanti naturali a base di stevia, disponibili in Italia solo da qualche mese. All’estero però sono usati e conosciuti da lungo tempo, io ne uso uno che si chiama natvia, e viene prodotto da una piccola casa australiana di alimenti naturali. Questo tipo di dolcificante è ipocalorico ed ha indice glicemico zero; sono quindi indicati anche per i diabetici.

Rispondi