Fichi, il frutto di settembre

Fichi, il frutto di settembre

Con la fine dell’estate pesche, albicocche, ciliegie e  tutta la buonissima frutta di stagione ci saluta; ma c’è sempre il frutto del momento che a golosità e sapore compensa anche tutti gli altri appena citati, i fichi.
Le piante di fichi possono avere due tipi di fioritura, due volte all’anno: a maggio e ad agosto-settembre.
I fichi migliori sono comunque quelli che si trovano in questo mese, più piccoli e saporiti.
Questo frutto cresce in Puglia, Cmapania, Calabria, Abruzzo, Sicilia, Lazio ed è anche molto diffuso al Centro-Nord ma, dato che è molto delicato da trasportare, per scegliere fichi di qualità dobbiamo fare una certa attenzione. Per sceglierli al meglio controllate che abbiano una consistenza morbida (non troppo molle ma neanche troppo dura perchè altrimenti sono acerbi) e che non presentino muffe sulla buccia.
La buccia si può mangiare purchè lavate bene in acqua fredda.
I fichi sono molto dolci, hanno calorie simili all’uva e ai mandarini, ma hanno buone proprietà per la salute: contengono degli enzimi che facilitano la digestione, sono ricchi di potassio e ferro che contribuiscono al buon sviluppo e alla buona salute di ossa, denti e pelle, e contengono magnese, calcio, bromo e vitamina A, B1, PP, C.
Vanno mangiati con moderazione in quanto hanno una lieve azione lassativa ma sono però degli antispastici naturali, utili quando si sofrre di colite, nausea e gonfiori addominali.
Essendo molto sazianti i fichi sono ottimi come spuntino o a colazione per fare il pieno di energie.

Prossimamente vedremo come preparare una confettura di fichi! 🙂

Fonte: la mia cucina vegetariana

Samantha

,

Rispondi