La caccia ai delfini e il documentario “The Cove”

La caccia ai delfini e il documentario “The Cove”

Si è aperta oggi (come ogni anno) la stagione di caccia ai delfini nella baia di Taiji in Giappone. Ogni anno la stagione della caccia prende il via il primo Settembre e termina a Marzo.
Si stima che 23.000 delfini e cetacei siano uccisi ogni anno in Giappone e chi non viene ucciso è destinato alla vendita (150-170 mila dollari) per i delfinari dove andranno a svolgere l’addestramento che li vedrà poi protagonisti di spettatori che nemmeno sanno di che cosa è stato vittima il povero cetaceo.
Da Roma a New York, da Amsterdam a Mosca oggi si sono mobilitati contro la mattanza dei delfini.
A Roma gli attivisti dell’Enpa hanno presieduto insanguinati e vestiti a lutto davanti alla sede dell’ambasciata giapponese.

Nessuna è la differenza con tutti gli altri animali che vengono quotidianamente uccisi  per scopi meramenti umani.
Anche i delfini, cetacei stupendi che siamo abituati a veder saltare nel loro habitat naturale, sono animali cacciabili per la loro carne o per essere semplicemente venduti al delfinario di turno.
Nella baia prima citata i migliaia di delfini che attraversano questa rotta trovano centinaia di uomini, che con un rumore assordante sbattono freneticamente i remi sull’acqua, creando frastuono e disorientando in questo modo i delfini, i quali cadono nelle reti indifesi e senza possibilità alcuna di fuga.
La loro carne passa alla fase del macello e poi è venduta, spesso in modo illegale, come carne di balena, tanto amata dai giapponesi.

Ciò che non resta più nascosto
Come molte altre cose riguardanti gli animali, fino a qualche anno fa, non ero assolutamente a conoscenza di questa mattanza, di questa barbaria compiuta nei confronti di animali indifesi e bellissimi; ma fortunatamente grazie alla stampa e al web se ne parla e molte cose non restano più nascoste.

Il documentario “The Cove”
The Cove è un documentario che racconta e mostra il barbaro sterminio di migliaia di delfini, a Taiji in Giappone.
Tutti devono sapere ciò che avviene e ciò che descrive questo documentario non può lasciare indifferenti, serve a far sapere, far vedere cosa accade ogni anno a migliaia di delfini.
Il protagonista di The Cove” è Ric O’barry che è stato l’addestratore di delfini della popolare serie tv Flipper.
Dal giorno in cui Kathy, femmina di delfino, si è lasciata morire tra le sue braccia smettendo volontariamente di respirare, O’Barry ha iniziato a impegnarsi per il boicottaggio dei parchi acquatici. Oggi le energie di Ric O’Barry sono concentrate su The Cove, placida laguna giapponese a Taiji, dove ogni anno per sei mesi si danno appuntamento i cacciatori di cetacei, pescatori e acquirenti.
Il primo importante risultato ottenuto dal documentario è stato di far bloccare il programma che prevedeva l’introduzione del delfino nel menù delle mense scolastiche.

Consiglio a tutti la visione e la divulgazione di questo documentario.

Samantha

,

Rispondi