Guida all’acquisto dei cibi naturali

Guida all’acquisto dei cibi naturali

I vegani e vegetariani quando percorrono le corsie dei supermercati biologici conoscono molti dei prodotti che sono esposti, ma chi è alle prime armi può trovarsi in difficoltà (ogni tanto succede anche a me 🙂 )
La cucina naturale è ricca di gusti esotici da utilizzare nelle più svariate preparazioni e che ci permettono sempre di arricchire le nostre tavole con sapori e profumi nuovi.
Vediamo quindi un breve dizionario di alcuni prodotti della cucina naturale, da consultare quando si è in difficoltà o in dubbio sull’origine – utilizzo di un certo prodotto.

Agar- agar
Che cos’è?
E’ un estratto naturale di alcune varietà di alghe rosse, utilizzato nella cucina giapponese tradizionale e, negli ultimi anni, sempre più diffuso anche in Europa come gelificante vegetale. Può essere utilizzato per la preparazione di gelatine o come addensante alternativo per dessert e marmellate al posto di quelli di origine animale come la colla di pesce.
Come si usa?
E’ molto semplice da usare: basta aggiungere un cucchiaino di polvere di agar agar al liquido che si vuole gelificare, far bollire qualche minuto e poi attendere che si raffreddi.

Gomasio
Che cos’è?
E’ un condimento classico della cucina naturale ed è composto da sale marino e da semi di sesamo tostati e tritati. E’ facilmente reperibile in tutti i negozi alimentari biologici ed etnici, già preparato e confezionato, è altrettanto semplice da fare in casa, macinando sale e sesamo tostato in un piccolo mulinetto o mortaio. E’ una valida e sana alternativa per insaporire insalate, verdure lessate e cereali perchè dona agli alimenti la giusta sapidità e l’aroma tostato del sesamo, riducendo l’apporto totale di sodio. E’ ricco di calcio, ferro e vitamine A e B.

Lino (Semi e olio)
Per il loro alto contenuto in acidi grassi polinsaturi (tra cui gli omega-3) i semi di lino sono spesso consigliati da medici e naturopati per contrastare diabete, ipertensione e malattie cardiovascolari in genere.
Nei negozi biologici si possono trovare sia i semi (scuri e dorati), da utilizzare leggermente tostati sulle insalate o per guarnire pani e torte salate, sia l’olio, estratto a freddo senza l’utilizzo di additivi chimici, ideale da utilizzare a crudo per condire le verdure.

Malto
Che cos’è?
E’ l’ingrediente fondamentale nella produzione della birra, il malto è un prodotto molto interessante per tutti coloro che cercano un dolcificante alternativo allo zucchero.
Il malto ha un aroma più complesso dello zucchero, un gusto caramellato e tostato, un potere dolcificante minore, ma un maggiore contenuto di fibre e minerali.
Come si usa?
Può essere utilizzato semplicemente per dolcificare tè e tisane o come ingrediente per torte e biscotti.

Papavero (semi)
Questo seme è molto usato nel Nord Europa, ma anche noi possiamo usarlo nella preparazione di pani, torte salate, cracker e grissini, ma anche per insaporire le insalate, magari insieme ad altri semi.
Dal punto di vista nutrizionale i semi di papavero sono un’ottima fonte di sali minerali, in particolare magnesio e calcio.

Quinoa
Che cos’è?
La quinoa è una pianta originaria dei Paesi sudamericani ed è uno degli alimenti tradizionali nella cucina dei popoli andini. Attualmente il suo consumo è abbastanza diffuso anche in Europa, per via delle interessanti proprietà nutrizionali e per la ricchezza di aminoacidi essenziali, particolarmente importanti per chi segue una dieta vegetariana.
La quinoa, infatti, è un’ottima fonte di proteine e fibre, inoltre è un alimento privo di glutine, consumato anche da chi soffre di celiachia.
Come si usa?
Può essere preparata e consumata come un normale cereale, in accompagnamento a stufati vegetali, oppure utilizzata come ingrediente di zuppe di verdure e legumi.

Tahin
Che cos’è?
E’ un ingrediente tipico della cucina mediorientale. Si prepara tostando e tritando i semi di sesamo, formando così una pasta dalla consistenza untuosa e dal colore chiaro. L’aroma ricorda la frutta secca tostata. Si può trovare confezionato in vasetti ma si può anche fare in casa pestando i semi di sesamo in un piccolo mortaio.
Come si usa?
Può essere utilizzato come condimento in molte ricette arabe, dai falafel (polpette di ceci), all’hummus (crema di ceci), ma è ottimo anche per verdure o come ingrediente nei dolci.

Zenzero
E’ una pianta diffusa e coltivata in tutta la fascia tropicale, di cui si consuma il rizoma, cioè la radice. Si presenta di colore marrone chiaro, bitorzoluto, e ha un sapore fresco e piccante.  Si può consumare fresco o saltato in padella come condimento di verdure, zuppe e pesce, oppure essicato in polvere come spezia per piatti unici, dolci e biscotti. E’ in grado di stimolare la digestione e ha proprietà antinfiammatorie.

 

, , ,

2 commenti

  1. barbara ito

    Sempre interessanti e preziosi i tuoi consigli. mi piace condividerli con i miei amici che di smettere di mangiare carne e derivati come latte e formaggi non ne hanno purtroppo voglia. Ce la metto tutta per cambiare la loro idea e soprattutto il loro modo di nutrirsi che impoverisce sempre piu’ il Pianeta Terra. Saro’ diventata anche poco gradita visto che non ricevo alcuna risposta ne’ di consenso o altro. Sei sempre mitica perche’ non solo offri conoscenza a chi non sa ma perche’ con i tuoi consigli in cucina sei sempre alla ricerca di cibi a favore della nostra salute e di quella del Pianeta. a Vegan hug ! Ciao


    1. Author
      Samantha

      Grazie Barbara! 🙂 Fai bene a fare quello che fai e sono contenta di poterti aiutare, anche se molte persone non vogliono proprio capire e comunque pensano sempre di essere dalla parte della ragione… ti capisco e so cosa vuoi dire!
      Un veg saluto 😉

Rispondi