Non li mangio, ma li indosso? No, grazie

Non li mangio, ma li indosso? No, grazie

Quando decisi di diventare vegetariana eliminai alcuni prodotti derivati dalla sfruttamento degli animali, inizialmente continuai ad indossare capi di pelle.
Molti potranno pensare che non c’è nulla di sbagliato in quanto ho appena scritto, per me invece non è così.
Dopo poco tempo infatti capii come non avesse alcun senso non nutrirmi più di animali ma continuare ad avere la loro pelle in parti di abbigliamento o accessori .
Mi è capitato diverse volte di confrontarmi con persone vegetariane ma che indossano ancora capi con provenienza animale e sinceramente non riesco a trovare la coerenza nel comportamento di queste persone.
Che senso può avere andare ad un presidio contro la vivisezione e indossare borse con rifiniture in pelle, giubbotti di pelle, scarpe con interno o rifiniture in cuoio?
Come si può decidere di smettere di mangiare animali, ma nello stesso tempo continuare ad indossare capi che hanno comportato ugualmente la loro morte?
Magari non ci si arriva subito, ed è quello che è successo anche a me, ma dopo alcuni mesi all’interno di questa realtà per la coerenza della scelta che avevo preso era normale non indossare più nessun capo di origine animale.
Rinunce? Nessuna, ho scelto di rispettare la vita di tutti e quindi come potrei non mangiare ma indossare pelle di cadaveri?
Ci sono tantissimi prodotti in commercio cruelty free, basta saper scegliere e leggere le etichette.
Tutto quello che avevo in casa? Io l’ho dato via, non ho più comprato e ricevuto nulla che potesse aver comportato l’uccisione di animali.
L’ipocrisia non è nel mio stile, ma tanti invece sono incoerenti.

Voi invece cosa ne pensate?

Io, proprio perchè credo che sia giusto essere coerenti con le proprie scelte, ho deciso di diventare vegana.

Alla prossima!

Samantha

,

Rispondi