La pesca, il frutto dell’estate

La pesca, il frutto dell’estate

Originaria della Cina dove l’albero è considerato simbolo di immortalità, arrivò in Persia e da lì a Roma nel I sec. d.C, diffondendosi poi, grazie ad Alessandro Magno, in tutto il Mediterraneo.
Stiamo parlando della pesca, un frutto meraviglioso e buonissimo. Dalla Persia deriva quindi il nome della specie, Prunus persica che si ritrova ancora oggi in molti dialetti italiani.
I profumi dell’estate si riconoscono anche da tutti i frutti di questa stagione.
La pesca è un frutto che ci regala doni preziosi, è di facile digeribilità con una polpa dolce che ci tonifica, ci disseta e ci aiuta a reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione, grazie alla presenza di calcio e potassio e l’abbondanza di zuccheri.

Benefici della pesca
La forte presenza di fibre insolubili poi le conferisce un elevato potere saziante a fronte di un basso apporto calorico: ciò da sì che la pesca sia adatta a qualsiasi regime alimentare e sia molto indicata come spuntino o merenda.
Una pesca al giorno fornisce circa il 10% del fabbisogno quotidiano di vitamina C che aiuta a fortificare le nostre difese immunitarie ed è importante per il trasporto e l’assorbimento del ferro nel sangue.
Un’altra vitamina presente abbondantemente è il beta carotene che nel nostro organismo si trasforma in vitamina A.
Possiamo gustare la pesca al meglio mangiandola al naturale, ma in cucina si presta ad essere ingrediente di fresche macedonie estive, ottima anche affogata nel vino o per aromatizzare tè freddi o cocktails e aperitivi.

Varietà di pesche
Tra le molte varietà di pesche possiamo distinguere la pesca comune, con buccia sottile e vellutata e caratteristica peluria, che può avere polpa gialla o bianca. La pesca noce o nettarina, con buccia liscia e polpa gialla e soda.
La pesca percoca che in genere si usa nell’industria per la produzione di conserve e succhi di frutta.
Infine la Merendella calabra, molto pregiata, con buccia di colore bianco-verde e la Saturnina siciliana dalla tipica forma schiacciata.

 

, ,

Rispondi