Sostituti vegan degli ingredienti tradizionali, prima parte

Sostituti vegan degli ingredienti tradizionali, prima parte

Oggi iniziamo a vedere come sia possibile sostituire gli alimenti tradizionale con quelli vegani.

Burro? Sì, ma vegetale
Il burro può essere facilmente sostituto dall’olio o dalla margarina, anche se non tutte le margarine sono al 100% vegetali.
Si può usare il burro di soia, reperibile in tutti i negozi biologici.
Nella cucina naturale viene utilizzata anche la crema di sesamo (tahin), sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate. In molti piatti comunque al posto del burro potete semplicemente utilizzare l’olio.

Carne? No, mangio seitan
Abbiamo già parlato del seitan, ma una volta in più non fa certo male 😉
Il seitan puà essere una valida alternativa alla carne e si trova in diverse consistenze: da molto compatto a molto morbido. Nella maggior parte delle preparazioni si cucina come la carne, con il vantaggio però di una preparazione molto più veloce, poichè il seitan è un alimento già cotto.
Di aspetto molto simile alla carne, il suo sapore è invece più delicato e la sua consistenza generalmente più morbida, anche se spesso,come abbiamo già accenato, quest’ultima varia da un tipo di seitan a un altro.
In commercio è possibile trovare seitan al naturale, oppure alla piastra, a cubetti, affetato, affumicato e aromatizzato.
Si tratta di un alimento a base di glutine di grano, ad alto contenuto proteico.

Cioccolato solo fondente
Riguardo al cioccolato, quelli al latte (ovviamente) non sono vegan, mentre il miglior cioccolato, che come si sa è quello fondente, lo è.

Questa è solo una prima parte dei sostituti vegan degli ingredienti tradizionali, la prossima settimana ci sarà la seconda parte.

Fonte: La cucina etica – Il più completo ricettario di cucina vegan (Emanuela Barbero, Alessandro Cattelan e Annalaura Sagramora) -Sonda-

Samantha

,

Rispondi