Il maxi libro della cucina vegetariana

Il maxi libro della cucina vegetariana

Oltre ai libri informativi tradizionali che mi permisero di comprendere meglio perchè era giusto abbracciare un certo tipo di scelta; per poter variare il proprio menu e per semplice curiosità inziai a comprare anche diversi libro di ricette (vegetariane), anche perchè amo molto i libri e col tempo sono riuscita a creare una sezione completamente dedicata agli animali ed una ai libri di ricette e proprio di uno di questi vi vorrei parlare oggi.
Uno dei primi libri di ricette che comprai fu “Il maxi libro della cucina vegetariana” (libro tratto dal volume “Il manuale del vegetariano buongustaio, pubblicato da Giovanni De Vecchi Editore).
E’ un volumo spesso (349 pagine), non illustrato ma offre oltre 500 ricette, tante proposte di menu e una ricca serie di preparazione ottime da cuocere con il forno a microonde.
La parte inziale, insieme alla prefazione di Vittorio Menassè è molto interessante e illustra le ragioni del vegetarismo, argomentando i fondamenti etico e scientifici del vegetarismo, quali sono i vantaggi del vegetarismo, per passare poi ad una sezione dedicata all’alimentazione, alle sostanze nutritive, la digestione, la carne: falso mito alimentare, gli alimenti e il ricettario.
La seconda parte è invece dedicata alla cucina vegetariana al microonde a cura di Laura e Margherita Landra, con la collaborazione del Dottor Damiano Galimberti (dietologo).

Questo libro completo di tutto è da consultare e utilizzare ogni giorno per preparare tanti buoni piatti, semplici e raffinati e per scoprire sapori, profumi, colori uno più invitante dell’altro.
Oltre ai consigli per nutrirsi in modo gustoso e sano, il libro offre proposte di menu, consigli sui vini e tante idee di sicuro effetto, che incontreranno il favore di tutti.
Se avete poco tempo da dedicare ai fornelli in questo libro trovete una sezione di pietanze ideate appositamente per il forno a microonde, complete delle astuzie da mettere in atto per ottenere i risultati più irresistibili.

Alla prossima lettura!

Samantha

,

Rispondi