Quanto è buona la pizza

Quanto è buona la pizza

Piace quasi a tutti ed è un piatto che molti di noi vorrebbero concedersi anche più volte alla settimana, sto parlando della pizza.
Quando è fatta in casa credo che sia ancora più buona, soprattutto perchè sappiamo precisamente quali sono gli ingredienti che ci hanno permesso di realizzarla.
E’ un piatto davvero ricco perchè possiamo divertirtirci a prepararla come meglio crediamo e senza ricorrere necessariamente al formaggio possiamo arricchirla con tofu, frutta secca, legumi e seitan.
Nel pomeriggio vi proporro una ricetta per una pizza vegan ideale da preparare per un aperitivo veloce, ma ora vediamo alcune cose fondamentali da sapere per realizzarla nel modo migliore.

Fatta in casa
Quello che serve per preparare una buona pizza fatta in casa è la scelta di materie prime di qualità.
L’acqua non deve essere troppo calcarea: se così fosse è meglio prima farla bollire. Anche la temperatura è importante perchè influisce sulla lievitazione: l’ideale è tra i 18 e 22 gradi.
Il lievito può essere sia fresco (purchè ben friabile) che secco (facile da conservare) e va sciolto in acqua tiepida ma non bollente.
Per il sale è preferibile usare quello marino fino e l’olio deve essere rigorosamente extra vergine d’oliva.

La farina
Quella più utilizzata è la farina di grano tenero ma possiamo anche mischiarla a farina di frumento integrale, semiraffinata, di grano duro, farro, segale, kamut e avena.
Via libera anche a farine di miglio, soia, grano saraceno tenendo presente che essendo prive di glutine, renderanno la pizza più compatta. La farina 00 è quella più adatta per rendere l’impasto soffice e fragrante ma è anche quella più povera di nutrienti.
Il consiglio è quindi di provare ad aggiungere altre farine per scoprire un sapore più intenso e saziante.

La farcitura
Per gli ingredienti da aggiungere alla pizza possiamo divertirci come meglio crediamo, utilizzando sempre prodotti di qualità e di stagione, riusciremo a creare la pizza perfetta!

Samantha

,

Rispondi