I consigli del medico: la Dottoressa Michela De Petris

I consigli del medico: la Dottoressa Michela De Petris

Il pensiero di diventare vegana che diventa realtà, la voglia di fare della giusta informazione etica e il voler informare su quanto sia possibile alimentarsi senza nessun prodotto di origine animale mi ha portato a coinvolgere in questo progetto “Io Veg” la Dottoressa Michela De Petris, Medico Chirurgo, Specialista in Scienza dell’Alimentazione.
Per regolarizzare la mia dieta e uniformarla ai giusti regimi alimentari vegetariani ho conosciuto la Dottoressa due anni fa.
E’ con grande piacere che voglio presentarvela in questa rubrica che seguirà una volta al mese dove troveranno risposta i dubbi e le accuse di tutti gli onnivori, i vegetariani alle prime armi e tutti quelli che vogliono approfondire i benefici di un’alimentazione vegan.

Chi è la Dottoressa Michela De Petris?
Michela De Petris, Medico Chirurgo, Specialista in Scienza dell’Alimentazione.
Esperta in alimentazione vegetariana, macrobiotica e della terapia nutrizionale nel paziente oncologico.
Si è laureata con lode in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso l’Università degli Studi di Milano.
Esperta nella terapia dietetica del paziente oncologico, dal 2002 è consulente presso il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Ha conseguito la Specialità in Scienza dell’Alimentazione nel 2004, presso l’Università degli Studi di Milano – Bicocca con una tesi sperimentale sul’efficacia di un’alimentazione vegetariano-macrobiotica nel ridurre il rischio e le recidive di cancro al seno.
Dietologa libero professionista presso il centro medico Artemedica di Milano,
Membro del Comitato Medico Scientifico dell’Associazione Vegetariana Italiana (AVI), della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (SSNV) e dell’Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale (ICEA).

Modifica del 7 luglio 2014 – In seguito ai numerosi contatti ricevuti dopo il servizio televisivo delle Iene ecc…voglio ricordare a tutti i lettori che Io Veg intervista la Dottoressa, ma che non può fare le sue veci, quindi per domande, richieste, informazioni, appuntamenti DOVETE contattare direttamente lei, i recapiti li avete sotto. Io ho voluto coinvolgerla perchè trovo che sia un ottimo medico, nutrizionista, per farvela conoscere; ma non sono la sua segretaria.

Dott.ssa Michela De Petris
Medico Chirurgo
Specialista in Scienza dell’Alimentazione
cell. 328 47 47 882 – depetris@infinito.it

Samantha

, ,

24 commenti

  1. Lucia

    Buondì Dottoressa, approfitto di questo splendido blog per chiarirmi le idee ed avere delle indicazioni. Ho quasi 47 anni alle spalle, vissuti da onnivora anche se non di tutte le prede esistenti al super…non mangiavo coniglio ne selvaggina ne pennuti oltre al povero pollo -_-
    Da qualche settimana ho avuto un click che mi ha fatto dirigere verso il vegetarianismo e sto arrancando tra ricette e indizi vari per non “soffrire” di carenze. La scelta verso cui mi dirigerò un giorno sarà il vegano ma per il momento vorrei prendere dimestichezza gradualmente con questo tipo di alimentazione.
    Sono Infermiera Professionale e lavorando in ospedale pensavo fosse semplice informarmi al riguardo ma ho constatato di essere troppo ottimista ^_^ mi è stato riferito immediatamente che diventerò anemica e che presto soffrirò di squilibri -_- pertanto Le chiedo se per cortesia potesse chiarirmi come e con cosa integrare il fabbisogno sia di ferro (in parte conosco ma vorrei essere sicura) che di proteine…so che il ferro deve essere veicolato dalla presenza di vit c (valido anche per gli onnivori) per essere metabolizzato…le fantomatiche proteine animali come si sostituiscono?
    La ringrazio anticipatamente…di cuore ^_^
    Lucia


    1. Author
      Samantha

      Carissima Lucia,
      la Dottoressa De Petris, nonchè la nostra nutrizionista di famiglia mi aiuta attraverso interviste ad approfondire e fare chiarezza su certi argomenti.
      Per esperienza e perchè seguo questa alimentazione da 6 anni ti posso dire che non è vero che presto soffrirai di squilibri o carenze. Io ho fatto tutto da sola per 4 anni e solo dopo sono andata dalla nutrizionista.
      Ti consiglio di leggere la prima intervista che ho fatto proprio alla dottoressa “Abolizione della carne, come e perchè” dove troverai già alcune risposte a ciò che chiedi.
      Il ferro è tranquillamente assimilabile dalla soia e dalle lenticchie così come lo trovi anche in tantissimi altri cibi vegetali: altri legumi, quinoa, spinaci, ecc… (per ulteriori approfondimenti ti giro questo link della pagina “scienza vegetariana” : http://www.scienzavegetariana.it/nutrizione/vrg/ferroveg.html) per ulteriori chiarimenti medici puoi comunque contattare direttamente la dottoressa che riceve a Milano, oppure sentire chi ti è più comodo in base a dove vivI.
      La nutrizionista serve perchè riesce ad indirizzarti e fornirti una buona dieta equilibrata (come dovrebbero fare anche gli onnivori).
      Comunque mi hai dato spunto sui possibili argomenti da trattare la prossima volta che sentirò la De Petris. 🙂
      Sperando di esserti stata un po’ d’aiuto e felice di sapere che vuoi percorrere questa strada ti saluto.

      Samantha

      1. Lucia

        Ciao Samantha grazie mille ^_^ mi hai sollevato ed aiutato parecchio e ti ringrazio ancora. Leggo e m’informo e internet è una miniera per questo…vivo a Catania e la Dottoressa è così lontana -_-‘ ma magari prima o poi trovo la persona giusta senza pregiudizi riguardo alla dieta vegetariana. Ho appreso qui ricette magnifiche (ieri sera ho cenato con la farifrittata che bontà!) e nel salutarti ti prego di non smettere, buone vacanze ^_^
        Lucia


        1. Author
          Samantha

          Grazie a te per le belle parole! 🙂 Ho iniziato a scrivere due anni fa e trattavo questi argomenti ma con altri ragazzi che scrivevano su altri argomenti, dopo l’esperienza maturata ho deciso di crearmi uno spazio tutto mio per seguire da vicino e condividere ciò in cui credo, unendo le mie due passioni: gli animali e la scrittura cercando di contribuire ad informare fin dove posso su tutto quello che riguarda il mondo veg.
          Sono molto contenta che ti sia piaciuta la farifrittata, praticamente una frittata senza uova! ;-P
          Nella prossima intervista (a settembre) cercherò di soddisfare le tue richieste, continua a seguirmi!
          Cari saluti

      2. carmela calabrò

        mi rivolgo a lei dopo aver letto la risposta a quella gentile infermiera.Io sono vegetariana ,ma ancora mangio qualche uovo e qualche formaggio.Avrei bisogno anche di perdere qualche kg (ho 69 anni,peso 72 kg e sono alta 1,60),ma non ho un regime dietetico appropriato,vegetariano,che riesca a farmi dimagrire e nello stesso tempo che riesca a sopperire ogni carenza vitaminica o minerale,o che comunque sia una dieta corretta.Vado in palestra da un mese,per cui abbino anche il movimento.Come posso fare ad avere un regime dietetico ,visto che qui i medici arricciano il naso quando ne parlo ,e me lo sconsigliano?io non mangio nè carne nè salumi da 35 anni,ed il pesce da 1 anno,ma non so come combinare il pranzo con la cena,la colazione con la merenda.Grazie per l’ascolto e se possibile vorrei qualche consiglio che sblocchi la mia situazione


        1. Author
          Samantha

          Cara Carmela, la Dottoressa De Petris non risponde ai commenti ricevuti sul blog, in quanto lei dava a suo tempo consigli per mia richiesta, ma sono io a gestire il blog (è mia intenzione coinvolgerla nuovamente, ma lei comunque riceve privatamente per diete pianificate).
          Cercherò di risponderti in base alla mia esperienza, dicendoti che se vuoi, con i contatti che trovi puoi parlare anche direttamente con la De Petris o qualsiasi nutrizista che opera nella tua città.
          Ogni caso è singolo e andrebbe studiato a tavolino.
          Ti conisglio di leggere questo articolo per farti un’idea sulla varietà dei cibi da includere in una dieta: http://www.ioveg.it/2011/05/19/un-giorno-da-veg/ (l’importante è non mangiare più di due volte alla settimana i formaggi), variare tra carboidrati e cereali -se a pranzo mangi pasta non mangiarla alla sera – alternare cibi solidi a liquidi e tanta verdura (cotta e cruda), ridurre il pane, zuccheri e sale.
          Queste sono cose a grandi linee e poi sicuramente, come già fai, fare movimento.
          Cari saluti


        1. Author
          Samantha

          Ciao Emanuela,
          una delle prime cose che chiesi alla Dottoressa fu proprio (nel caso non avessi potuto allattare) se esistevano delle alternative vegetali da dare ai neonati… sì ci sono.

  2. paula

    Buon giorno, vorrei sapere se la dressa di petris ci consiglia anche sul svezzamento frutariano. io ho um bimbo di 9 mese che dai 6 mangia è frutaria e mandia qualquer centrifugati di verdure e ortaggi crude, pero ho dei problemi com la pediatra e com la famiglia di mio marito que sostengono che io devo dare le pappe tradicionale al mio piccolo,e mia suocera che e una infiermiera chirurgica rienpi mio marito di paura. Nostro figlio domani compi 9 mese pesa 9,300 kg e de alto 74 cm. io cosa faccio puoi consigliarmi? io abito in interland milano.

  3. Tania

    grazie per i link sull’apporto di ferro!era anche una mia preoccupazione…Prima ho sempre donato il sangue e sarebbe ora di rifare una donazione, volevo sapere se mangiando vegetariano è consigliato cmq donare il sangue ?è meglio che io faccia prima delle analisi per controllare i livelli di….. ? GRAZIE ciao Tania


    1. Author
      Samantha

      Come avrai visto la Dottoressa riceve presso l’artemedica di via angera 3 a Milano, e da poco anche allo Zohar in via illirico, 8 – 20133 sempre a Milano.

  4. Erika

    Salve e grazie per mettere a disposizione di tutti ,la vostra esperienza io mi sono avvicinata da sola al vegetariano vegano e spero di divenire presto crudista assoluta in ogni modo sono in transizione e ho un grosso problema ho la psoriasi . Volevo sapere un parere da lei sul perché mi sia venuta e quali alimenti posso o nn posso mangiare (nn mangio carne ne uova ne pesce da circa 8 mesi ) ,sarebbe bello avere un prospetto della settimana così mi regolo ,grazie infinite .


    1. Author
      Samantha

      La Dottoressa riceve privatamente su appuntamento. Qui, nella sezione dedicata a lei, si trovano solo gli articoli che realizzo facendole le interviste personalmente, oppure partecipando alle sue conferenze.
      Non risponde lei, ma io, in quanto lei collabora soltanto con il magazine.
      Mi dispiace, ma non posso esserti d’aiuto.

  5. Donata

    Ciao Samantha, complimenti per il tuo bellissimo blog che ho trovato stamattina cercando un pesto vegano 🙂 Sono diventata vegana da un paio di mesi (o quasi vegana visto che ogni tanto consumo qualche uovo di gallina ruspante) e ho cercato di contattare la dott.ssa De Petris, ma purtroppo la sua partecipazione alle Iene l’ha resa così famosa che non riesce più a ricevere nessuno personalmente. Tu sai per caso se c’è modo di fissare un appuntamento con lei per altra via? Gli incontri di gruppo sono mirati all’alimentazione in caso di patologie e non è il mio caso. A me interesserebbero delle dritte per un’alimentazione il più bilanciata possibile e purtroppo non sono molti i nutrizionisti vegani 🙁

    Ciao e grazie,
    Donata

  6. Francesca

    Buonasera,
    soffro di ovaio policistico con insulino resistenza e calcolosi renale, ho grossissime difficoltá a perdere peso, la dieta macrobiotica sarebbe adatta ai problemi sopra elencati?
    Grazie

    Francesca, Milano


    1. Author
      Samantha

      Cara Francesca; la dottoressa De Petris non risponde direttamente al magazine, in quanto sono io a contattarla per farle le interviste.
      Per ricevere risposta a quanto chiedi devi contattare direttamente lei e pensare di farti fare una dieta personalizzata previa visita medica.
      Ti lascio anche la sua mail: depetris@infinito.it

  7. chiara

    Salve Samanta! Mi chiamo Patrizia, ho 51 anni e sono una malata di cancro al seno metastatizzato pluritrattato.Sono dodici anni che combatto questa battaglia e vorrei intraprendere questo tipo di alimentazione. Le ho provate davvero tutte e tutt’ora lo faccio, la speranza é l’ultima a morire. Mesi fa ho avuto modo di vedere anche Il servizio delle iene dove c’era la dottoressa e mi sono incuriosita e informata al riguardo. Pochi giorni fa ho letto anche un libro sul metodo Gerson ma I dubbi sono tanti. Non só a chi rivolgermi, vorrei davvero parlare con la dottoressa ma non só come mettermi in contatto con lei. Spero tu possa essermi d’aiuto. Aspetto tue notizie!
    Grazie.


    1. Author
      Samantha

      Buongiorno Chiara!
      Mi dispiace per la tua situazione, nell’articolo di presentazione sulla Dottoressa ci sono i suoi riferimenti, mail e numero di telefono.
      Ti consiglio di provare a contattarla negli orari serali.

Rispondi